venerdì 6 gennaio 2012

Alfa Romeo Spider Ultima Serie (1990-1993)

Alfa Romeo Spider 2.0















Alfa Romeo Alfa Spider 2000 Ultima Serie (1990-1993)


Presentata al Salone di Ginevra l’Alfa Spider 2000 del 1990 è stata una delle più ammirate dell'esposizione grazie al colore rosso Alfa e alle affascinanti linee stile retrò, che mlto ricordano le sue progenitrici degli anni sessanta.

L'Alfa Spider 2.0 è  l’ultima della serie spider Alfa Romeo che ebbe inizio nel 1966 con la Spider Duetto o più comunemente definita “osso di seppia” a causa della forma della carrozzeria che appunto ricorda un osso di seppia.

Esteticamente l’Alfa Romeo Spider 2.0 del 1990 è il restyling del modello precedente, (1983-1990), meccanicamente vengono riproposti gli schemi del modello precedente che sono molto simili a quelli della Spider Duetto, pertanto  anche le sensazioni di guida si richiamano al primo modello, che nonostante alcune migliorie e all'adozione di pneumatici serie larga rimangono pressochè inavariate nel bene e nel male.

Meccanicamente nella Spider 2.0 del 1990, ritoviamo migliorie a parte, la meccanica della Giulia, gli interni sono stati ammodernati con l'adozione di nuova plancia, finiture e accessori come i vetri elettrici, la carrozzeria rispetto alla precedente versione ha subito solo alcuni ammodernamenti che ne alleggeriscono la linea.

L'Alfa Spider 2.0 è una vettura dalla linea piacevole ma meccanicamente vecchia rispetto alla concorrenza, l’Alfa Romeo ha voluto mantenere inalterate le caratteristiche tecniche dei precedenti modelli, il motore 1962 cc bialbero, deriva da quello che equipaggiava la giulia degli anni 60 e le giulietta degli anni 50, ammodernato grazie l’adozione dell’impianto di alimentazione ad iniezione elettronica, del variatore di fase, del catalizzatore a 3 vie e sonda lambda, e del servosterzo.

Anche cambio, differenziale e sospensioni ricalcano gli schemi delle Alfa Romeo prodotte prima del 1972, ovvero sospensioni anteriori a ruote indipendenti, posteriori a ponte rigido tipo Giulia, con stabilizzatore centrale e puntoni longitudinali, cambio a 5 marce in blocco con il motore, trazione posteriore con differenziale autobloccante al 25% come nell'Alfa 2000, meccanicamente parlando l’Alfa Spider 2.0 è una Giulia a tutti gli effetti, una meccanica raffinata, ma vecchia rispetto alla concorrenza delle altre auto prodotte negli anni 90.

Il comfort di marcia non è mai stato un punto di forza delle Alfa Spider e nemmeno della Spider 2.0, che eredita  pianale e meccanica di vecchia generazione, sullo sconnesso sono evidenti traballamenti e vibrazioni del pianale e dei montanti.

In un test su strada effettuato da quattroruote nel 1990, l’Alfa Spider 2.0 risulta essere migliorata notevolmente rispetto alle precedenti versioni, definita come un’auto seria ed emozionante, ma allo stesso tempo impegnativa da guidare, la meccanica e le sospensioni datate le conferiscono il comportamento di un'auto vecchia, la Spider allarga notevolmente in curva per poi chiudere bruscamente, ha un elevato coricamento sulle ruote.

In accelerazione scoda lasciando il tempo al pilota di correggere la traettoria, presenta difficoltà sullo sconnesso, dove l’aderenza è precaria.

La frenata dell’Alfa Spider risente della mancanza dell’ABS, la frenata risulta discontinua, caratterizzata da bloccaggi del retrotreno e continui serpeggiamenti.

Quattroruote giudicò il motore piuttosto lento sia in accelerazione che in ripresa, l’aggiunta dell’iniezione elettronica e del catalizzatore ad un motore nato con i carburatori a doppio corpo, hanno fatto perdere coppia e cavalli, infatti l’Alfa Spider 2000 del 1990 ha coppia e potenza max rispettivamente di 16 Kgm e 117 Cv.

Ricordiamo che il motore bialbero Alfa Romeo montato sia sulle precedenti Spider che sulle Alfetta e poi sulle Alfa 75, aveva una potenza che si aggirava attorno ai 130 Cv, in particolare quello montato sulla Spider del 1983 aveva i seguenti valori di potenza: coppia max 18, 1 mkg DIN a 4000 giri/min, potenza 128 cv DIN a 5400 giri/min.

La nuova Spider perde rispetto alla precedente ben 11 cavalli, una differenza che si fa sentire, quattroruote la giudicò in ripresa troppo pigra per essere una sportiva moderna.

L’Alfa Romeo Spider veniva venduta in 3 versioni: Spider 1600 a carburatori, Spider 2000 i.e a iniezione, Spider 2000 i.e catalizzata.

Oggi un esemplare ben conservato di Alfa Spider 2000 ultima serie vale circa 8000 euro.


Caratteristiche Tecniche:


Alfa Spider 2000 iniezione cat Europa


  • Motore: anteriore longitudinale, bialbero quattro cilindri in linea, cilindrata 1962 cc, coppia max 16 Kgm DIN a 4200 giri/min, potenza max 117 CV DIN a 5800 giri/min
  • Alimentazione: iniezione elettronica Bosch Motronic, e pompa carburante elettrica,
  • catalizzatore a 3 vie e sonda lambda.
  • Distribuzione: 2 valvole per cilindro, due alberi a camme in testa
  • Trasmissione: motore anteriore trazione posteriore, cambio con comando a leva centrale, 5 rapporti tutti sincronizzati, frizione monodisco a secco con comando idraulico, differenziale autobloccante.
  • Corpo Vettura: spider 2 posti 2 porte, carrozzeria portante
  • Sospensioni: anteriori a ruote indipendenti bracci trasversali e biella obliqua, ammortizzatori idraulici telescopici, posteriori a ponte rigido con attacco centrale, braccio longitudinale, molla elicoidale, ammortizzatori idraulici telescopici, barra stabilizzatrice
  • anteriore e posteriore.
  • Freni: idraulici a disco sulle 4 ruote con servofreno a depressione
  • Dimensioni: lunghezza 4.27 m, larghezza 1.63 m, altezza 1, 29 m, peso in ordine di marcia 1110 kg
  • Prestazioni: velocità max 190 km/h - accelerazione da 0 a 100 km/h in 10,7 sec.
  • Consumi: 6,6 l/100 km a 90 km/h - 8,6 l/100 km a 120 km/h - 10, 5 l/100 km ciclo urbano.







Nessun commento:

Privacy

Cookies

I cookies sono piccoli file di testo che vengono installati da parte di un sito Web sul browser dell’Utente e che registrano alcune informazioni relative alla sua attività di navigazione; tali dati, se i cookies non vengono disabilitati, vengono comunicati al sito che li ha installati ogni qualvolta l’Utente torna a visitarli.
Questo sito non installa in modo automatico cookies di alcun genere.
Per pubblicare gli annunci uesto sito utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti quali Google. In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci al fine di utilizzare questi dati raccolti (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Uno di questi cookies utilizzato da Google è chiamato DART. L’utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per gli utenti in base alla loro visita a questo sito e ad altri siti Internet: in questo modo saranno visualizzati annunci più pertinenti sia con i temi trattati nel sito che con l’inclinazione dei visitatori. Gli utenti possono reperire più informazioni, conoscere le opzioni disponibili e scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.

Eventi

  • 7-8 Febbraio 2009 "Milano Classic Motors"
  • 15-16 Novembre Salone del Modellismo Presso Padova Fiere
  • 8-12 Dicembre 2008 Fiera Ricambi Auto Moto d'Epoca a Ferrara